Physalis Alchechengi L. (Alchechengi)

PHYSALIS ALCHECHENGI L.Nome Volgare Italiano
Alchechengi, Chichingi, Palloncini

Famiglia
Solanaceae

Descrizione Botanica

È una pianta vivace con un rizoma sottile e lungamente strisciante che produce fusti eretti semplici alti fino a 60 cm. Le foglie, provviste di un lungo picciolo, sono ovali o subromboidali, acute alle due estremità, intere o talvolta parzialmente e irregolarmente sinuate; la superficie varia da quasi completamente glabra e lievemente pubescente.

I fiori, inseriti solitari nell’ascella delle foglie, hanno un lungo peduncolo arcuato; i sepali e i petali sono parzialmente saldati e formano rispettivamente un calice e una corolla tubulari. La corolla divisa in cinque lobi è di colore bianco; il calice, inizialmente di colore verde, nel frutto si accresce in forma di involucro rigonfio e diventa a maturità di un bel colore rosso vivo. Il frutto è una bacca rosso-arancio contenente numerosi piccoli semi.

Varietà

Esiste una varietà coltivata ad uso alimentare la Physalis pubescens.

Habitat

È diffuso specialmente nell’Italia settentrionale e diventa più raro al sud. Si trova nelle siepi e nei boschi della zona padana e submontana.

Parti Usate

I frutti

Tempo di Raccolta e Conservazione

I frutti si raccolgono alla maturazione, in agosto-settembre, e si privano del calice rigonfio e del peduncolo.
I frutti si usano freschi o si fanno essiccare in forno a calore moderato. Si conservano in recipienti di vetro scuro.

Componenti Principali

Acido citrico, mucillagini, tannini, principi amari.

Proprietà Principali

L’Alchechengi ha proprietà diuretiche e depurative impiegate soprattutto contro la ritenzione urinaria, nel caso di nefriti, gotta, calcoli renali e vescicali e comunque in tutte le forme cui è interessato l’apparato urinario.
Indicazioni

Uso interno: come diuretico, antiurico, depurativo e antireumatico.

Uso esterno: antinfiammatorio

Tossicità ed Effetti Secondari

Il frutto fresco va consumato con moderazione; tutte le altre parti verdi della pianta non devono essere utilizzate perché contengono alcaloidi in quantità sensibile.

Azione Fisiologica

Diuretica, depurativa, antiuriche, antireumatica, antinfiammatoria.

Modalità d’Uso

Uso interno: i frutti essiccati in infuso o tintura vinosa come diuretico, antiurico, depurativo, antireumatico.

Uso esterno: i frutti essiccati in decotto per applicazioni topiche su pelli arrossate.