Alliaria Petiolata (Bieb.) Cavara Et Grande (Alliaria)

Alliaria Petiolata (Bieb.) Cavara Et Grande (Alliaria)

Nome Volgare Italiano

Alliaria

Sinonimi

Alliaria Officinalis Andrz.

Famiglia

Brassicaceae (Cruciferae)

Descrizione Botanica

È una pianta erbacea annuale, totalmente glabra o con pochi peli solo alla base del fusto, che è alto fino a 100-120 cm. La pianta, stropicciata, emana un forte odore di aglio da cui deriva il nome. Le foglie sono cordate, cioè a forma di cuore, con il margine variamente dentato; quelle inferiori hanno un lungo picciolo e sono a forma di rene, mentre quelle inserite in modo alterno sul fusto hanno il picciolo sempre più corto fino alle più alte che sono quasi sessili e di forma subtriangolare.

I fiori sono disposti in un racemo terminale semplice o poco ramificato e hanno quattro sepali verdastri e quattro petali bianchi; contengono molto nettare, per cui sono assai ricercati dalle api. I frutti sono delle silique lunghe da 15 a 60 cm e hanno un peduncolo molto corto e tozzo; contengono due serie di semi di colore nerastro striati per il lungo.

Habitat

Si trova comunemente in tutta Italia, nei boschi e nelle siepi, dalla zona marina a quella montana.

Parti Usate

La pianta intera (tranne la radice).

Tempo di Raccolta e Conservazione

La pianta intera si raccoglie da maggio a luglio eliminando la radice; va usata allo stato fresco poiché l’essiccamento fa perdere tutte le proprietà.
Non si conferma.

Componenti Principali

Carotenoidi, saponine, olio essenziale solforato, mirosina, sinigrina.

Proprietà Principali

L’Allaria ha la sua principale utilizzazione erboristica nelle affezioni dell’apparato respiratorio. È utile quale espettorante specialmente nelle tossi catarrali; giova agli asmatici. Per le sue proprietà antisettiche ha avuto applicazione nella detersione di piaghe purulente, ferite e geloni ulcerati.

Indicazioni

Uso interno: per catarri bronchiali, espettorante, depurativo.

Uso esterno: antisettico, per ferite iperemizzante per geloni.

Tossicità ed Effetti Secondari

In letteratura non sono indicati casi di tossicità o effetti secondari indesiderati.

Azione Fisiologica

Espettorante, attivante la respirazione, leggermente antisettico, iperemizzante.

Modalità d’Uso

Uso interno: la pianta intera fresca in infuso o tintura vinosa per catarri bronchiali e per depurare l’organismo.

Uso esterno: la pianta intera fresca in infuso da applicare sui geloni per riattivare la circolazione locale.