Laurus Nobilis L. (Alloro)

LAURUS NOBILIS L.Nome Volgare Italiano
Alloro, Lauro

Famiglia
Lauraceae

Descrizione Botanica

È una pianta le cui dimensioni variano da quelle di un piccolo arbusto fino a un albero alto anche 10 m; è sempreverde, con corteccia più o meno liscia, dapprima verde nei rami giovani, poi scura nel tronco e nei rami più grandi. Le foglie, di consistenza coriacea e lunghe fino a 10 cm, sono di colore verde scuro e glabre e hanno forma oblunga con apice acuto; il loro margine è ondulato e sono brevemente picciolate.

Osservandole in trasparenza, si notano dei puntini traslucidi dati dalle ghiandole in cui è contenuto l’olio essenziale. I fiori, riuniti in piccole ombrelle all’ascella delle foglie, sono di due tipi: quelli maschili con 8-12 stami e quelli femminili con un ovario. Il frutto è una drupa di colore nerastro che contiene un solo seme.

Habitat

La pianta è spontanea nei boschi e nelle macchie della regione mediterranea, specialmente lungo la costa bagnata dal Mar Tirreno; altrove è ampiamente coltivata.

Parti Usate

Le foglie e i frutti.

Tempo di Raccolta e Conservazione

Le foglie si possono raccogliere durante tutto l’anno, ma le migliori sono quelle raccolte in luglio-agosto. I frutti si raccolgono a completa maturazione in ottobre-novembre.
Le foglie si usano normalmente fresche, ma volendo si possono essiccare all’ombra in luogo ben aerato; i frutti si essiccano in luogo riscaldato o in stufa a temperatura non molto elevata. Si conservano in vasi di vetro.

Componenti Principali

Olio essenziale, sostanze grasse, amidi, resine.

Proprietà Principali

L’Alloro, pianta nota per le caratteristiche aromatiche nella buona cucina, possiede proprietà stimolanti degli enzimi della digestione e quindi un’azione aperitiva e digestiva. Azioni secondarie ma non trascurabili sono quelle espettoranti e antireumatiche. Le preparazioni destinate all’uso esterno hanno proprietà antisettiche, lenitive, leggermente antidolorifiche in pomate o lozioni.

Indicazioni

Uso interno: per lo stomaco e l’intestino (ha proprietà digestive e aperitive, inoltre purifica il tubo digerente e favorisce l’eliminazione dei gas intestinali).

Uso esterno: per le estremità stanche che sudano facilmente, per reumatismi e contusioni.

Tossicità ed Effetti Secondari

In letteratura non sono riportati casi di effetti tossici secondari.

Azione Fisiologica

Aromatico, aperitivo, digestivo, stimolante, leggermente antisettico, espettorante.

Modalità d’Uso

Uso interno: le foglie in infuso per lo stomaco e l’intestino. A dosi moderate purifica il tubo digerente e favorisce l’eliminazione dei gas intestinali.

Uso esterno: le foglie in acqua calda per il pediluvio aiutano in caso di estremità stanche e che sudano facilmente.
I frutti in tintura oleosa si usano per reumatismi e contusioni, frizionando le parti con un batuffolo di cotone imbevuto. Inoltre una manciata di foglie di Alloro nell’acqua calda permette di realizzare un bagno leggermente profumato deodorante, stimolante.