Impatiens Noli - Tanger L. (Balsamina)

IMPATIENS NOLI-TANGERE L.Nome Volgare Italiano
Balsamina, Erba impaziente, Non mi toccare

Famiglia
Balsaminaceae

Descrizione Botanica

È una pianta annuale completamente glabra; il fusto, alto da 20 a 80 cm, è carnoso e talvolta semitrasparente, slargato e ingrossato ai nodi. Le foglie, sparse lungo il fusto, hanno consistenza carnosa e forma ovale od oblunga con il margine talvolta dentato; il colore è verde e lucente nella pagina superiore, più chiaro ed opaco in quella inferiore. I fiori sono inseriti singolarmente o in fascetti di 2-5 peduncoli all’ ascella delle foglie superiori; i sepali sono cinque; il posteriore, molto grande, ha forma di sperone è rivolto posteriormente e verso il basso ed è di colore giallo con punteggiature rossastre, i due laterali e i due inferiori sono verdastri.

I petali, di colore giallo, sono cinque; i due anteriori sono saldati parzialmente con quelli posteriori, quello inferiore è saldato insieme ai sepali anteriori. Il frutto è una capsula allungata le cui pareti, giunte a maturità, sono tanto tese che al minimo urto si contraggono lanciando lontano i semi.

Habitat

Preferisce i luoghi umidi e ombreggiati della zona montana di tutta Italia; nelle Prealpi scende anche nella regione submontana.

Parti usate

La parte aerea della pianta.

Tempi di raccolta e Conservazione

La pianta si raccoglie in maggio-luglio, prima della fioritura, recidendola con le forbici a qualche centimetro da terra e mondandola dalle foglie secche.
La pianta si essicca all’ombra e in luogo aerato disponendo i fusti uno vicino all’altro e mai uno sopra l’altro; per i primi giorni si mescola spesso, poi più di rado, controllando che tutto proceda regolarmente. Si conserva in sacchetti di carta o tela.

Componenti Principali

Glucosidi, sostanze tanniche, sostanze amare.

Proprietà Principali

Fra le piante medicinali curiose la Balsamina emerge per la singolare caratteristica di poter “sparare” i semi a lunga distanza. La tradizione popolare ha sempre attribuito alla Balsamina virtù diuretiche e depurative per uso interno; per uso esterno, (o topico), le vengono attribuite soprattutto proprietà antinfiammatorie e vulnerarie, cioè atte a detergere e a purificare le ferite nonché a favorire la cicatrizzazione. Una destinazione abbastanza specifica della Balsamina è quella di attenuare le infiammazioni emorroidarie.

Indicazioni

Uso Interno: per la diuresi e come depurativo.

Uso Esterno: per le pelli infiammate e congestionate, per le emorroidi.

Tossicità ed Effetti Secondari

Assunta in alte dosi, la parte aerea della pianta agisce come forte purgante e come emetico; si suggerisce pertanto di non superare le dosi consigliate e possibilmente di limitare l’uso a quello esterno.

Azione Fisiologica

Diuretica, depurativa, antinfiammatoria, cicatrizzante.

Modalità d?Uso

Uso Esterno: la parte aerea della pianta in decotto per uso topico per le pelli infiammate e congestionate e per le emorroidi, per detergere le ferite in casi di emergenza.

Uso Interno: la parte aerea della pianta in decotto per aumentare la diuresi e depurare l’organismo.