Galium Verum L. (Caglio)

GALIUM VERUM L.Nome Volgare Italiano
Caglio, Gallio, Erba zolfina

Famiglia
Rubiaceae

Descrizione Botanica

È una pianta erbacea perenne fornita di un rizoma stolonifero sotterraneo da cui sorgono i numerosi fusti alti da 20 a 100 cm; essi sono eretti o ascendenti, hanno sezione quadrata e sono appena ingrossati al livello dei nodi. La pianta diventa scura con l’essiccamento. Le foglie, inserite in numero di otto-dodici per ciascun nodo, sono molto strette e di forma lineare; hanno il margine revoluto, cioè ripiegato verso il basso. La nervatura mediana è prominente nella pagina inferiore, l’apice termina con una punta acuta.

L’infiorescenza è una pannocchia con numerosi fiori posta al termine del fusto. I fiori, tutti di colore giallo e leggermente profumati, sono di due tipi, maschili e femminili, e hanno una corolla divisa in quattro lobi ovato-triangolari. Il frutto è formato da due acheni addossati l’uno all’altro, sono di forma ovale e hanno la superficie liscia e glabra.

Habitat

È diffuso ampiamente in tutta Italia fino alla zona montana; lo si trova in tutti i luoghi erbosi, negli incolti, lungo le scarpate e nelle siepi.

Parti Usate

Le sommità fiorite.

Tempo di Raccolta e Conservazione

Le sommità fiorite si raccolgono al tempo della massima fioritura, in giugno-luglio, recidendo gli steli circa 10 cm più in basso dell’infiorescenza; si mondano dalle Parti Rovinate e da eventuali foglie secche.
La pianta si essicca riunendo gli steli in mazzi che si appendono in un luogo aerato. L’essiccamento dovrà essere il più rapido possibile in modo da ottenere, anche se la pianta ha la tendenza ad annerire, una droga di buona qualità. Si conserva in vasi di vetro.

Componenti Principali

Glucosidi, acidi organici vari, tannini.

Proprietà Principali

Al di là delle sue proprietà salutari può essere interessante conoscere altre singolari caratteristiche di questa pianta: quella di far cagliare il latte e quella di avere proprietà coloranti. La proprietà di far cagliare il latte è dovuta all’elevato contenuto di sostanze acide della droga. Per quanto riguarda le proprietà tintorie del Caglio, si ottiene un colore giallo se si usano i fiori, un colore rosso se si usano le radici.
Per quanto riguarda l’uso interno questa pianta può essere sostituita con altre più specifiche e sicure.
Le preparazioni che seguono sono date soprattutto a scopo informativo.

Indicazioni

Uso interno: sedativo, astringente, antispasmodico

Uso esterno: per le infiammazioni della pelle.

Tossicità ed Effetti Secondari

Per quanto riguarda l’uso di questa pianta, il Caglio può essere sostituita con altre più specifiche e sicure.

Azione Fisiologica

Diuretica, antireumatica, antispasmodica, sedativa.

Modalità d’Uso

Per quanto riguarda l’uso interno questa pianta può essere sostituita con altre più specifiche e sicure.
Le preparazioni che seguono sono date soprattutto a scopo informativo.

Uso interno: le sommità fiorite in infuso come sedativo, antispasmodico e astringente.

Uso esterno: le sommità fiorite in infuso o polpa, (da applicare sulle zone interessate), per le infiammazioni della pelle.