Ballota Nigra L. (Marrubio nero)

Ballota Nigra L. (Marrubio nero)Nome Volgare Italiano
Ballota, Marrubio nero, Marrubio fetido

Famiglia
Lamiaceae (Labiateae)

Descrizione Botanica

È una pianta erbacea perenne, pelosa; i fusti, variamente ramificati, possono arrivare a un metro di altezza. Le foglie, inserite a due a due a livello dei nodi del fusto, sono ovali con la base arrotondata o cuoriforme; l’apice è acuto, il margine è dentato e la superficie rugosa. I fiori sono riuniti, all’ascella delle foglie superiori, in fascetti detti verticillastri; ogni fiore ha alla sua base una piccola bratteola lineare, il calice è tubolare e diviso in alto in cinque denti triangolari;

anche la corolla, di colore roseo, è tubolare e quindi divisa in due labbra; il labbro superiore è intero e peloso, mentre quello inferiore è diviso in tre lobi: due piccoli laterali e uno centrale grande e tondeggiante. Il frutto è dato da quattro acheni ovali di colore bruno-nerastro e con superficie liscia.

Habitat

La Ballota cresce comunemente nelle siepi, ai margini delle strade, tra le macerie, ai piedi dei muri e in tutti i luoghi incolti.

Parti Usate

Le sommità fiorite.

Tempo di Raccolta e Conservazione

Le sommità fiorite si raccolgono recidendole con le forbici tra giugno e agosto, a seconda delle località, quando sono sbocciati i fiori dei verticillastri inferiori me non si sono ancora schiusi quelli dei superiori; si eviti di raccogliere sommità nelle quali si siano già formati i semi.

Componenti Principali

Olio essenziale di odore fetido, principi amari, acido gallico e sostanze pectiche.

Proprietà Principali

La Ballota ha proprietà sedative generali, è utile cioè nei casi di insonnia ed eccitazione nervosa, isterismo, stati ansiosi e disturbi nervosi legati alla menopausa; essa è inoltre valida per sedare gli eccessi di pertosse di cui attenua l’intensità e la frequenza. Ha inoltre la proprietà di stimolare la secrezione biliare. Per uso topico la Ballota ha proprietà astringenti e vulnerarie. Purtroppo a lato di queste reali proprietà, l’uso di questa pianta è limitato dall’aroma poco gradevole delle sue preparazioni che ne ha sempre vincolata la diffusione. Il gusto e l’odore degli infusi possono essere corretti, entro certi limiti, con Anice, Tiglio o Camomilla che hanno proprietà complementari.

Indicazioni

Uso interno: per l’insonnia e l’eccitazione nervosa, sedativo e antispasmodico per la pertosse.

Uso esterno: per pelli arrossate e pediluvi per i gottosi.

Tossicità ed Effetti Secondari

In letterature non si riscontrano casi di effetti tossici o secondari indesiderati.

Azione Fisiologica

Sedativa, antispasmodica, astringente.

Modalità d’Uso

Uso interno: le sommità fiorite in infuso per l’insonnia e l’eccitazione nervosa.

Uso esterno: le sommità fiorite in infuso come astringente per lavaggi per pelli arrossate e pediluvi per gottosi.