Achillea Moschata Wulf. (Achillea moscata)

 
Achillea Moschata Wulf. (Achillea moscata)Nome Volgare Italiano
Achillea moscata, Achillea muschiata

Famiglia
Asteraceae (Compositae)

Descrizione Botanica

È una pianta erbacea perenne con radice sottile, alta 10-20 cm, quasi completamente glabra od appena pelosa sui fusti e sui peduncoli; emana, specialmente se stropicciata, un forte odore canforato. Le foglie di colore verde chiaro e carnosette, sono pennatifide, cioè divise in tante lacinie lineari, il contorno è ovale allungato; le inferiori sono picciolate, le superiori sessili; la loro superficie è punteggiata di ghiandole contenenti olio essenziale che conferisce loro il caratteristico odore.

 

L’infiorescenza, di colore biancastro, è formata da numerosi capolini riuniti in un corimbo all’apice del fusto; i singoli capolini sono composti di cinque-dieci fiori, provvisti di una ligula bianca, disposti all’esterno di altri piccoli fiorellini. Il frutto è un piccolo achenio semplice.

Habitat

La pianta vive nei luoghi sassosi e sulle rocce della regione alpina, dal Piemonte al Friuli, a quote da 1400 fin oltre 3000 metri.

Parti Usate

Le foglie e le sommità fiorite.

Tempo di Raccolta e Conservazione

Le foglie si raccolgono da giugno a tutto il periodo della fioritura recidendole senza il picciolo. Le sommità fiorite si raccolgono in luglio-agosto, all’inizio della fioritura, recidendole a qualche centimetro da terra.

Componenti Principali

Olio essenziale, sostanze amare (achilleina).

Proprietà Principali

L’Achillea moscata è una delle piante più note ed usate nell’erboristeria liquoristica. Entra come componente aromatico pregiato ed insostituibile in gran parte degli amari aperitivi e digestivi, nei liquori di erbe alpine, negli elisir medicinali e soprattutto nel genepi. Il gusto amaro gradevole dell’Achillea stimola la secrezione di succhi gastrici, e quindi l’appetito; favorisce la digestione, con benefici effetti sui fenomeni conseguenti ad una cattiva digestione, quali alito cattivo, senso di peso e dolori allo stomaco, formazioni di gas intestinali. Infine l’Achillea si presta bene come correttivo del sapore degli infusi e dei decotti.

Indicazioni

Uso interno: aperitivo, digestivo e leggermente diuretico.

Tossicità ed Effetti Secondari

Non sono riportati in letteratura casi di tossicità o effetti secondari indesiderati.

Azione Fisiologica

Aromatico, aperitivo, digestivo, leggermente diuretico.

Modalità d’Uso

Uso interno: le foglie e le sommità fiorite in infuso, tintura, tintura vinosa o elisir come aromatizzante, amaricante, aperitivo e digestivo.